Orari uffici: Lunedì - Venerdì 8.00/13.00 14.00/18.00
  • facebook
  • Contattaci su Whatsapp
  • google-plus
  • instagram
  • linkedin
  • twitter
Condividi su
Ultima modifica giovedì 01 gennaio 1970 01:00

Agevolazioni edilizie 2017 quando si perde la detrazione

Come spiegato dall'Agenzia delle Entrate, la detrazione non è sempre riconosciuta vediamo come

Con la legge di Bilancio 2017 è stata prorogata fino al 31 dicembre 2017 la detrazione del 50% per le ristrutturazioni edilizie. E' stata inoltre introdotta, per il periodo compreso tra il primo gennaio 2017 e il 31 dicembre 2021, una detrazione d'imposta del 50% per le spese sostenute per l'adozione di misure antisismiche su edifici ricadenti nelle zone sismiche ad alta pericolosità (zone 1, 2 e 3).

Come si può perdere la detrazione

Come spiegato dall'Agenzia delle Entrate, la detrazione non è riconosciuta, e l'importo eventualmente fruito viene recuperato dagli uffici, quando:

- non è stata effettuata la comunicazione preventiva all'Asl competente, se obbligatoria;

- il pagamento non è stato eseguito tramite bonifico bancario o postale o è stato effettuato un bonifico che non riporti le indicazioni richieste (causale del versamento, codice fiscale del beneficiario della detrazione, numero di partita Iva o codice fiscale del soggetto a favore del quale il bonifico è effettuato);

- non sono esibite le fatture o le ricevute che dimostrano le spese effettuate;

- non è esibita la ricevuta del bonifico o questa è intestata a persona diversa da quella che richiede la detrazione;

- le opere edilizie eseguite non rispettano le norme urbanistiche ed edilizie comunali;

- sono state violate le norme sulla sicurezza nei luoghi di lavoro e quelle relative agli obblighi contributivi. Per queste violazioni il contribuente non decade dal diritto all'agevolazione se è in possesso della dichiarazione di osservanza delle suddette disposizioni resa dalla ditta esecutrice dei lavori (ai sensi del Dpr 28 dicembre 2000, n. 445).

La detrazione fiscale

La detrazione fiscale delle spese per interventi di ristrutturazione edilizia è disciplinata dall'art. 16-bis del Dpr 917/86 (Testo unico delle imposte sui redditi). Dal 1° gennaio 2012 l'agevolazione è stata resa permanente dal decreto legge n. 201/2011 e inserita tra gli oneri detraibili dall'Irpef.

La detrazione è pari al 36% delle spese sostenute, fino a un ammontare complessivo delle stesse non superiore a 48.000 euro per unità immobiliare. Tuttavia, per le spese effettuate dal 26 giugno 2012 al 30 giugno 2013, il decreto legge n. 83/2012 ha elevato al 50% la misura della detrazione e a 96.000 euro l'importo massimo di spesa ammessa al beneficio. Questi maggiori benefici sono poi stati prorogati più volte da provvedimenti successivi.

Anche per quest'anno (per TUTTO il 2017), dunque, è stata prorogata la detrazione fiscale del 50% per gli interventi di ristrutturazione edilizia fino a un massimo di 96.000 euro.

È IMPORTANTE SOTTOLINEARE, però, che dal primo gennaio 2018 la detrazione tornerà alla misura ordinaria del 36%, con un tetto massimo di 48.000 euro; per questo consigliamo a chiunque voglia usufruire delle detrazioni di mettersi in contatto con noi per ottenere tutti i benefici.

Richiedi un sopralluogo

Ultimi lavori
Il mercato è inflazionato e la concorrenza tende sempre più al ribasso dei prezzi andando a discapito della qualità dei servizi e dei prodotti utilizzati.
Per soddisfare il cliente ci facciamo forti di utilizzare prodotti di prima scelta e servizi Made in Italy.
Progetti completati
Anni di esperienza lasciano un segno positivo facendo comprendere sempre più l'importanza di quanto la casa e gli ambienti in cui si vive, siano importanti.
La storia ed i numeri mettono in risalto la competenza.

365 Appartamenti


54 Ville e Casali


74 Condomini


97 Locali Commerciali